News & Eventi

Da Bruxelles arriva il via libera al debutto del vino biologico

Scritto da Marta Piovani il 13 Marzo 2012

Il vino biologico debutta ufficialmente.

Finora era possibile produrre vino da uve bio perchè era regolamentata la produzione della materia prima nel vigneto ma non la trasformazione in cantina delle uve bio. L’accordo trovato è di grande valore sia per l’interesse crescente che questo prodotto sta incontrando sui mercati, sia perchè ogni tentativo di giungere ad un compremesso era fallito. A dividere il fronte dei Paesi del Nord Europa dal gruppo dei produttori Mediterranei era il contenuto di solfiti. I paesi del Sud intendevano rinunciare quasi del tutto all’anidride solforosa in cantina. Una pratica che invece è indispensabile ai produttori del nord Europa per stabilizzare in cantina le uve prodotte in climi più rigidi. Il tenore di solfiti che sarà possibile utilizzare per il vino rosso dovrà essere di 100 milligrammi per litro (contro i 150 del vino rosso tradizionale). Per i vini bianchi e rosati, il tetto dovrà essere di 150 milligrammi per litro (contro i 200 di quelli convenzionali).

Scarica il PDF